Luce nova. Dante al cinema. (Torino, 8 ottobre 2021)

L’Accademia delle Scienze di Torino, in collaborazione con l’Università degli Studi, il Museo Nazionale del Cinema, la Bibliomediateca RAI-Centro Documentazione «Dino Villani» e la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino sono all’origine di una rassegna di iniziative dantesche, intitolata Luce nova. Dante al cinema, che animerà il capoluogo piemontese sino alla fine del 2021.

Il venerdì 8 ottobre 2021, alle ore 16h30, all’Accademia delle Scienze di Torino, il Presidente della stessa, Massimo MORI, e Sergio TOFFETTI, curatori delle iniziative, salutano e presentano la rassegna. Interventi di:

Sergio TOFFETTI (storico del cinema), Umanizzare la Commedia: Dante messo in scena dal cinema italiano

Luciano CURRERI (ULIEGE), Fra cinema e TV: un’altra idea di Dante?

Silvio ALOVISIO (UNITO), Il cinema all’inferno.

Qui potete leggere in anteprima, seppur con titolo diverso, l’intervento di Luciano Curreri, che risponde sostanzialmente alla sua parte di introduzione (paragrafi I-VII, note 1-30) per il dossier monografico, co-diretto da Curreri con Simone Starace, “E allor fu la mia vista più viva”. Il lungo Novecento di Dante al cinema e alla televisione*, di “Immagine – Note di storia del cinema”, n. 24, la cui uscita è prevista a fine 2021.

Via questo link si può scaricare il programma e il calendario completi della rassegnahttps://www.accademiadellescienze.it/attivita/iniziative-culturali/dante-al-cinema-8-10


Luciano CURRERI (ULIEGE), Per un Dante dappertutto e fuori posto, encore que(“E allor fu la mia vista più viva”. Il lungo Novecento di Dante al cinema e alla televisione)